Il Quacchero ed Einstein

Berlino, novembre 1915: mentre infuria la I guerra mondiale, Einstein presenta la teoria della Relatività Generale all’Accademia Prussiana delle Scienze. I contatti scientifici tra gli Imperi Centrali e gli Alleati sono interrotti, tranne che per i pochi documenti tedeschi che passano attraverso la neutrale Olanda. Ricordiamoci che la Scienza, nei primi decenni del XX secolo, è quasi tutta tedesca. Bisogna aggiungere che gli scienziati britannici sono i primi a voler troncare ogni rapporto con quelli tedeschi.

Arthur Eddington Ecco però che l’inglese Eddington (nella foto), direttore dell’Osservatorio di Cambridge e membro della Royal Society, si fa portavoce della scienza tedesca e diventa un appassionato divulgatore della teoria di Einstein, anche a costo di frizioni con i colleghi.
Nel 1919, per tentare di riavvicinare il mondo britannico a quello germanico, organizza la famosa spedizione all’isola africana di Principe per osservare l’eclissi totale di Sole del 29 maggio. Vuole trovare la conferma sperimentale della Relatività Generale: se le stelle vicino al Sole appariranno spostate di una certa precisa quantità calcolata da Einstein, allora significa che i raggi di luce vengono curvati come previsto dallo spazio-tempo non euclideo einsteniano. I risultati confermeranno la teoria, anche se qualcuno dice che Eddington abbia arrotondato gli esiti delle misure a favore di Einstein. Infatti la teoria di Newton, arricchita dalla scoperta di Einstein che la luce possiede massa, afferma pure lei che il Sole devia i raggi di luce che gli passano vicino, ma in questo caso si tratta di una deflessione minore.
Perchè Eddington agisce così? perchè è un Quacchero e, come tale, pone il Pacifismo al vertice dei valori.

L’origine del nome Quacchero non è chiara, ma ora tra loro si chiamano Amici ed appartengono appunto alla Società Religiosa degli Amici. Iniziarono a predicare in Inghilterra e nel Galles a metà del Seicento, in un’epoca di forti contrasti religiosi, come reazione al conformismo degli Anglicani e dei Puritani. Furono noti, ed anche perseguitati, per il loro risoluto pacifismo. Lo stesso Eddington rischiò la prigione nel 1918 per questo motivo.
Durante il periodo delle colonie inglesi in America, i Quaccheri firmarono vari trattati di pace con gli indiani Delaware e con altre tribù e questi trattati non furono mai violati.
Attualmente gli Amici nel mondo sono 400.000, quasi la metà dei quali nelle Americhe. Una comunità è presente a Ramallah, in Palestina, fin dai tempi dell’Impero Ottomano e si adopera per sostenere la pace in quella terra.

La Società Religiosa degli Amici non ha gerarchia, non ha liturgia, non ha professione di fede. Si basa solo sul Discorso delle Beatitudini del Nuovo Testamento, e sulla Luce Interiore che Cristo infonde in ciascuno di noi. Il Vecchio Testamento non viene considerato un gran che.
Quello che conta è la testimonianza data con l’azione:

  • testimonianza di Pace
  • testimonianza di Uguaglianza
  • testimonianza di Verità/Onestà
  • testimonianza di Semplicità

La Società Religiosa degli Amici, pur essendo membro del Consiglio Mondiale delle Chiese (Cattolica, Protestanti, Ortodosse), non è una chiesa cristiana vera e propria, perchè non riconosce la dottrina della Trinità. Infatti non celebra il Battesimo nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Alcuni Amici addirittura mantengono la propria cultura musulmana o buddista.

Il Quacchero ed Einsteinultima modifica: 2011-02-20T21:27:03+01:00da virclarissimus
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento