l’Amorfo

La descrizione dei caratteri umani, iniziata il 25/06/2009 con il post “Introduzione  alla Caratterologia“, giunge ora all’Amorfo.

L’Amorfo è  non-emotivo, non-attivo e primario (il carattere opposto è il Passionale); eccone i punti salienti:

  • Passività: è un carattere passivo, privo di intraprendenza; pertanto risulta difficile trovare personaggi noti che abbiano questo carattere. Il re di Francia Luigi XV era amorfo, ma salì al trono per privilegio ereditario, non per meriti propri.
  • Mancanza di biografie di Amorfi celebri: come detto sopra, mancando dati sulla vita di persone con questo carattere, la sua descrizione non può che essere molto generica.
  • Pigrizia: anche i Nervosi sono pigri, ma l’emotività di questi ultimi produce sprizzi di falsa attività; invece gli Amorfi restano in uno stato di calma completa. Anche se hanno doti personali, gli Amorfi non sanno sfruttarle per pigrizia.
  • Egoismo e predominanza degli stimoli fisiologici: non essendo spronato dall’emotività, né guidato dall’attività, né inquadrato dalla secondarietà, i suoi interessi si limitano alla cura del proprio corpo.
  • Mancanza di senso pratico: in questo, gli Amorfi sono alla pari dei Nervosi.
  • Spendaccioni e spesso indebitati: anche qui gli Amorfi sono alla pari dei Nervosi.
  • Coraggiosi: gli Amorfi sono tra i più coraggiosi, come i Sanguigni ed i Flemmatici.
  • Sport: ricordiamo che molti sportivi sono Amorfi.
  • Posati, calmi e poco chiaccheroni: anche gli Apatici parlano poco.
  • Spirito oggettivo e tollerante: in questo sono simili ai Sanguigni, anche se la tolleranza degli Amorfi potrebbe confondersi con l’indifferenza.
  • Non facilmente convincibili: a causa della loro fredda razionalità.
  • Meno puntuali di tutti: ecco una classifica dei caratteri, dal meno al più puntuale:
  • § Amorfi
    § Nervosi
    § Sentimentali
    § Apatici
    § Sanguigni
    § Collerici
    § Passionali
    § Flemmatici
  • Coerenti: c’è coerenza tra le parole e la vita degli Amorfi, al contrario dei Nervosi.
  • Indifferenti verso le istituzioni: la loro religiosità ed il loro patriottismo sono al minimo assoluto, all’opposto dei Passionali.
  • Poco compassionevoli e servizievoli: gli Amorfi si dedicano solo a soddisfare le esigenze del proprio corpo; anche qui sono agli antipodi rispetto ai Passionali.
  • Bravi attori e musicisti: si è notato che gli Amorfi sono bravi come esecutori di musica e come attori; forse ciò è dovuto alla loro scarsa emotività, che consente loro di adeguarsi alle emozioni altrui.

 

Si chiude qui questa breve serie di appunti sul carattere Amorfo.

 

l’Amorfoultima modifica: 2009-09-12T20:17:00+02:00da virclarissimus
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “l’Amorfo

Lascia un commento