Guerra franco-libica: 1978-1987

Striscia di Aouzou Il presidente francese Sarkozy si è dimostrato il più determinato avversario di Gheddafi ed è riuscito ad organizzare una coalizione contro il colonnello libico. Il tutto, ufficialmente, per proteggere i civili libici dagli attacchi del regime.
La mia impressione è, invece, che si tratti di un regolamento dei conti tra la Francia e la Libia, dopo la guerra che hanno combattuto negli anni 1978 – 1987.
Nella figura è visibile un bombardamento effettuato dall’aeronautica francese contro un aeroporto militare libico nel Ciad settentrionale (febbraio 1986).
Uno dei motivi della guerra era stato il controllo della striscia di Aouzou al confine tra Ciad e Libia. Questo territorio era stato assegnato alla seconda quando era colonia italiana, ma l’accordo non era stato poi ratificato dalla Francia. Prima di Gheddafi, anche il re Idris, pur filo-occidentale, aveva attaccato il territorio della striscia ma era stato respinto dalla Legione Straniera (allora il Ciad era colonia francese). Si dice che la striscia contenga ricche miniere di uranio.
La guerra franco-libica si inserì all’interno delle intricate guerre civili ciadiane. Alla fine Gheddafi dovette abbandonare la striscia.

A parer mio, Sarkozy vuol fare soprattutto gli interessi politico-commerciali del suo paese. L’Italia è troppo ingenua e giovane (150 anni) per capirlo, mentre la Francia è più smaliziata ed esperta (1168 anni dal Trattato di Verdun).

Guerra franco-libica: 1978-1987ultima modifica: 2011-03-19T16:12:09+00:00da virclarissimus
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento