17 marzo 2011: Festa del Militarismo?

Il prossimo 17 marzo viene celebrata la festa dell’Unità d’Italia.
Mi pare che si tratti di una celebrazione una tantum; l’anno prossimo non se ne parlerà più.

Ormai è andato perso il significato profondo di tante feste. Per cercare di capire quello del 17 marzo, ho dedicato qualche tempo alla navigazione su Internet. A mia sorpresa, ho scoperto che una costante della storia dell’Italia unita sono state le guerre offensive. Naturalmente fino al 1945, quando è fallito il tentativo di estendere l’Italia politica all’Italia geografica. Per chi non fosse bravo in geografia, ecco l’elenco dei territori geograficamente italiani che non fanno parte della Repubblica (in ordine alfabetico):

  • Canton Ticino e valli minori nel Canton Grigioni
  • Corsica
  • Istria
  • Malta
  • Nizza e territori circostanti

Ho saputo che, qualche mese fa, la Francia ha festeggiato l’annessione di Nizza avvenuta nel 1861. Anche Sarkozy ha partecipato alle celebrazioni in città. A questo punto l’Italia non poteva che rispondere con la sua festa.

Gladio simbolo del militarismo Tornando al mio assunto, ecco l’elenco cronologico delle lotte armate provocate dall’Italia unita:

  • Guerra contro gli ex-Borbonici: 1861 – 1869
  • Terza guerra di indipendenza: 1866
  • Campagna garibaldina dell’Agro Romano: 1867
  • Presa di Roma: 1870
  • Guerra di Eritrea: 1885 – 1895
  • Guerra di Abissinia: 1895 – 1896
  • Scontri con i ribelli somali: 1905 – 1908
  • Guerra contro la Turchia: 1911 – 1912
  • Guerriglia in Libia: 1913 – 1933
  • Intervento nella Prima Guerra Mondiale: 1915 – 1918
  • Natale di Sangue a Fiume: 1920
  • Crisi di Corfù: 1923
  • Guerra di Etiopia: 1935 – 1936
  • Intervento in Spagna: 1936 – 1939
  • Occupazione dell’Albania: 1939
  • Intervento nella Seconda Guerra Mondiale: 1940 – 1945

Sia ben chiaro, le altre Potenze europee e mondiali hanno provocato guerre peggiori.
Forse sbaglio, ma ho l’impressione che la prossima festa sia intrisa di nazionalismo e di militarismo, suo figlio.
Può però essere vero il contrario: con la prossima festa l’Italia rinuncia implicitamente a raggiungere i propri confini naturali.

17 marzo 2011: Festa del Militarismo?ultima modifica: 2011-03-01T21:14:53+00:00da virclarissimus
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento