Einstein contro tutti

Prima di riprendere l’analisi dei caratteri umani, ecco un’interessante animazione che completa il post Tolomeo contro tutti (09/08/2009). Questa animazione, in formato flash, è stata resa disponibile dall’università di Toronto.

Da piccolo, usavo leggere un libro di astronomia scritto nei primi anni 20. L’autore diceva che l’orbita del pianeta Mercurio si scostava da quanto previsto dalle leggi di Newton. Ipotizzava che ciò fosse dovuto all’effetto gravitazionale di un piccolo pianeta, posto tra Mercurio ed il Sole. Pur non essendo mai stato osservato, a questo pianeta era stato attribuito un nome: Vulcano.

Proprio in quegli anni, Einstein risolse il mistero: la Relatività Generale predice orbite diverse da quelle di Keplero/Newton. Lontano dal Sole, ossia lontano da grandi masse, la Relatività Generale viene approssimata dalla gravitazione newtoniana: pertanto le orbite dei pianeti, a partire da quella di Venere, sono praticamente delle ellissi. Invece Mercurio risente della distorsione spaziotemporale scoperta da Einstein. La sua orbita può essere descritta come una ellisse il cui perielio, il punto più vicino al Sole, si sposta col tempo. Questa precessione è illustrata dalla seguente animazione, dove l’effetto viene esagerato per renderlo meglio visibile.

Einstein contro tuttiultima modifica: 2009-09-28T22:16:00+00:00da virclarissimus
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento